«... Ogni parola di questo lavoro è dedicata a tutti coloro che in Egitto e fuori dall’Egitto hanno sofferto e continuano a soffrire la violenza del regime».

Porte (nuovamente) aperte in piazzetta Sabir, e per un evento d'eccezione: SabirFest Off e Mesogea presentano a Messina Minnena. L'Egitto, l'Europa e la ricerca dopo l'assassinio di Giulio Regeni.
Dopo il debutto all'università L'Orientale di Napoli, arriva in piazzetta Sabir il volume che attraverso i contributi di studiosi e ricercatori "ricorda - come ha scritto il settimanale Internazionale - che giustizia non è ancora stata fatta, quattro anni dopo il feroce assassinio del ricercatore italiano al Cairo".

Minnena raccoglie gli scritti di studiosi che negli anni hanno scelto di indirizzare la loro analisi alla società, alla politica e alla letteratura egiziana. Contributi che raccontano il fermento rivoluzionario del Paese e la sua immediata repressione, ma anche i suoi rapporti con l'Europa, e in particolare con l'Italia, all'indomani dell'uccisione di Giulio Regeni.
All'evento saranno presenti Lorenzo Casini (che insieme a Daniela Melfa e Paul Starkey ha curato il volume), l'autrice Mariavita Cambria, che per Minnena ha scritto il testo "Le reazioni dei lettori al caso Regeni nella stampa italiana e britannica", e Giovanni Raffaele, docente di Storia alla Facoltà di Lettere dell'Università di Messina.

Dopo l'incontro, fermiamoci tutti in piazzetta per l'aperitivo, festeggiamo insieme la riapertura di uno spazio storico della città messo a disposizione dalla casa editrice Mesogea/Sabir.


per essere sempre aggiornati
accedi all’area newletter e seleziona la lista di tuo interesse
oppure seguici sui social