filtri di ricerca
filtri di ricerca
><
Giuseppe Fava

Un anno

Scritti per la rivista "I Siciliani"
presentazione di Elena e Claudio Fava
autore
Giuseppe Fava
ISBN
9788846920867
Disponibilità
disponibile
Prezzo
€ 22,00
-15%
€ 18,70

«Libro della storia che noi viviamo. Scritto giorno per giorno». Con queste parole Giuseppe Fava, chiudendo l’editoriale del primo numero de I Siciliani, nel 1983, sintetizzava forma e sostanza della rivista che aveva appena fondato a Catania. E sono quelle sue stesse parole di allora a esprimere oggi il senso, la forza, la necessità di Un anno , la raccolta completa di tutti i suoi articoli su I Siciliani.
Le inchieste, i racconti, gli editoriali, le analisi che lo compongono costituiscono la testimonianza del rigore etico e professionale, della passione civile, del talento narrativo di Pippo Fava e ci consegnano pagine improntate alla volontà di sapere, di informare e raccontare, all’ostinazione nel cercare oltre la superficie dei fatti e delle cose.
Pagine in cui leggiamo – e rileggiamo – la storia torbida del nostro tempo insieme alla geografia della bellezza e delle sue deturpazioni; percorriamo – e ripercorriamo – luci e ombre di paesaggi e accadimenti, di uomini e cose sovente raccontati con tagliente ironia, in una lingua colta e asciutta di concretissimo disincanto e ancor più
concreta umanità. Libro della storia che noi viviamo, Un anno – come hanno scritto Elena e Claudio Fava – «è uno sguardo nudo ed estremo sulle cose che Fava scrisse e dunque sulle cause della sua morte».
E nel passare da una riga all’altra, dimorando nelle sue pagine come nei luoghi e nel tempo di quel «giorno per giorno», leggere ci sembra più che mai un modo ancora possibile di non arrendersi.

autore

autore

Giuseppe Fava nasce a Palazzolo Acreide (Siracusa) il 15 settembre del 1925. Laureatosi in Giurisprudenza, intraprende a Catania la professione di giornalista che lo porterà, alla fine degli anni Cinquanta, al quotidiano Espresso sera, di cui sarà a lungo caporedattore. Nello stesso periodo, oltre a essere inviato speciale del settimanale Tempo e corrispondente di Tuttosport, realizza le numerose inchieste giornalistiche poi raccolte nei volumi Processo alla Sicilia (1967; Fondazione Giuseppe Fava, 2008) e I Siciliani (1980; Cappelli, 1987) e matura la propria vocazione artistica e letteraria.
Nel 1966, vince il Premio Vallecorsi con Cronaca di un Uomo (Tringale, 1988), e nel 1970 il Premio IDI con La Violenza (Flaccovio, 1969), da cui Florestano Vancini trasse il film Violenza Quinto Potere (1974). Tra il 1969 e il 1980, oltre alle opere teatrali, pubblica Pagine (1969;
Mesogea 2011), Gente di rispetto (1975; Bompiani, 1986) – da cui il film omonimo di Luigi Zampa – Prima che vi uccidano (1976; Bompiani, 2009) e Passione di Michele (1980; Mesogea, 2009) – da cui il film di Werner Schroeter, Palermo oder Wolfsburg.
Nel 1982, dopo aver diretto il Giornale del Sud ed esserne stato licenziato, darà vita alla nuova testata I Siciliani, che dirigerà fino al giorno in cui verrà assassinato dalla mafia la sera del 5 gennaio 1984.
Progettato dallo stesso autore, Un anno. Scritti per la rivista I Siciliani (Mesogea, 2010) è stato pubblicato per la prima volta dalla Fondazione Giuseppe Fava nel 2003.

dettagli

dettagli
collana Petrolio
anno 2010
pagine 416
formato cm 14x21
isbn 9788846920867

    

il libro

«Libro della storia che noi viviamo. Scritto giorno per giorno». Con queste parole Giuseppe Fava, chiudendo l’editoriale del primo numero de I Siciliani, nel 1983, sintetizzava forma e sostanza della rivista che aveva appena fondato a Catania. E sono quelle sue stesse parole di allora a esprimere oggi il senso, la forza, la necessità di Un anno , la raccolta completa di tutti i suoi articoli su I Siciliani.
Le inchieste, i racconti, gli editoriali, le analisi che lo compongono costituiscono la testimonianza del rigore etico e professionale, della passione civile, del talento narrativo di Pippo Fava e ci consegnano pagine improntate alla volontà di sapere, di informare e raccontare, all’ostinazione nel cercare oltre la superficie dei fatti e delle cose.
Pagine in cui leggiamo – e rileggiamo – la storia torbida del nostro tempo insieme alla geografia della bellezza e delle sue deturpazioni; percorriamo – e ripercorriamo – luci e ombre di paesaggi e accadimenti, di uomini e cose sovente raccontati con tagliente ironia, in una lingua colta e asciutta di concretissimo disincanto e ancor più
concreta umanità. Libro della storia che noi viviamo, Un anno – come hanno scritto Elena e Claudio Fava – «è uno sguardo nudo ed estremo sulle cose che Fava scrisse e dunque sulle cause della sua morte».
E nel passare da una riga all’altra, dimorando nelle sue pagine come nei luoghi e nel tempo di quel «giorno per giorno», leggere ci sembra più che mai un modo ancora possibile di non arrendersi.

autore

autore

Giuseppe Fava nasce a Palazzolo Acreide (Siracusa) il 15 settembre del 1925. Laureatosi in Giurisprudenza, intraprende a Catania la professione di giornalista che lo porterà, alla fine degli anni Cinquanta, al quotidiano Espresso sera, di cui sarà a lungo caporedattore. Nello stesso periodo, oltre a essere inviato speciale del settimanale Tempo e corrispondente di Tuttosport, realizza le numerose inchieste giornalistiche poi raccolte nei volumi Processo alla Sicilia (1967; Fondazione Giuseppe Fava, 2008) e I Siciliani (1980; Cappelli, 1987) e matura la propria vocazione artistica e letteraria.
Nel 1966, vince il Premio Vallecorsi con Cronaca di un Uomo (Tringale, 1988), e nel 1970 il Premio IDI con La Violenza (Flaccovio, 1969), da cui Florestano Vancini trasse il film Violenza Quinto Potere (1974). Tra il 1969 e il 1980, oltre alle opere teatrali, pubblica Pagine (1969;
Mesogea 2011), Gente di rispetto (1975; Bompiani, 1986) – da cui il film omonimo di Luigi Zampa – Prima che vi uccidano (1976; Bompiani, 2009) e Passione di Michele (1980; Mesogea, 2009) – da cui il film di Werner Schroeter, Palermo oder Wolfsburg.
Nel 1982, dopo aver diretto il Giornale del Sud ed esserne stato licenziato, darà vita alla nuova testata I Siciliani, che dirigerà fino al giorno in cui verrà assassinato dalla mafia la sera del 5 gennaio 1984.
Progettato dallo stesso autore, Un anno. Scritti per la rivista I Siciliani (Mesogea, 2010) è stato pubblicato per la prima volta dalla Fondazione Giuseppe Fava nel 2003.

dettagli

dettagli
collana Petrolio
anno 2010
pagine 416
formato cm 14x21
isbn 9788846920867

rassegna stampa

    

Powered by Phoca Cart
per essere sempre aggiornati
accedi all’area newletter e seleziona la lista di tuo interesse
oppure seguici sui social