filtri di ricerca
filtri di ricerca
><
Manlio Sgalambro

Crepuscolo e notte

autore
Manlio Sgalambro
ISBN
9788846920836
Disponibilità
disponibile
Prezzo
€ 6,00
-15%
€ 5,10

Crepuscolo e notte prende per la prima volta veste di libro a più di cinquant’anni dalla pubblicazione sulla rivista letteraria catanese Incidenza. Giungono così all’odierno lettore l’acuminato rigore, l’aspra inquietudine del filosofo, e l’annuncio di uno scrivere inteso come «atto totale».
Crepuscolo e notte – che avviò, negli anni Sessanta, la collaborazione di Manlio Sgalambro alla rivista Tempo presente – è forse il saggio in cui più compiutamente, tra i testi che egli ha scritto in quei decenni, è possibile riconoscere le tracce dell’opera a venire, di un esordio che precede di molti anni la rivelazione e l’urto de La morte del sole.

autore

autore

Manlio Sgalambro (Lentini 1924-Catania 2014). Pensatore al di fuori di ogni apparato accademico, è autore di opere filosofiche, poetiche e teatrali. Tra esse: La morte del sole (1982), Trattato dell’empietà (1987), Anatol (1990), Del pensare breve (1991), Dialogo teologico (1993), Dell’indifferenza in materia di società (1994), La consolazione (1995), Trattato dell’età (1999), De mundo pessimo (2004), La conoscenza del peggio (2007), Del Delitto (2009), Della misantropia (2012), tutte pubblicate da Adelphi; Opus Postumissimum (Giubbe rosse 2002), Crepuscolo e notte (Mesogea 2011), Variazioni e capricci morali (Bompiani 2013), L’illusion comique (Le farfalle 2013), Dal ciclo della vita (Il Girasole 2014).

dettagli

dettagli
collana la Micro
anno 2012
pagine 88
formato cm 10x14
isbn 9788846920836

    

il libro

Crepuscolo e notte prende per la prima volta veste di libro a più di cinquant’anni dalla pubblicazione sulla rivista letteraria catanese Incidenza. Giungono così all’odierno lettore l’acuminato rigore, l’aspra inquietudine del filosofo, e l’annuncio di uno scrivere inteso come «atto totale».
Crepuscolo e notte – che avviò, negli anni Sessanta, la collaborazione di Manlio Sgalambro alla rivista Tempo presente – è forse il saggio in cui più compiutamente, tra i testi che egli ha scritto in quei decenni, è possibile riconoscere le tracce dell’opera a venire, di un esordio che precede di molti anni la rivelazione e l’urto de La morte del sole.

autore

autore

Manlio Sgalambro (Lentini 1924-Catania 2014). Pensatore al di fuori di ogni apparato accademico, è autore di opere filosofiche, poetiche e teatrali. Tra esse: La morte del sole (1982), Trattato dell’empietà (1987), Anatol (1990), Del pensare breve (1991), Dialogo teologico (1993), Dell’indifferenza in materia di società (1994), La consolazione (1995), Trattato dell’età (1999), De mundo pessimo (2004), La conoscenza del peggio (2007), Del Delitto (2009), Della misantropia (2012), tutte pubblicate da Adelphi; Opus Postumissimum (Giubbe rosse 2002), Crepuscolo e notte (Mesogea 2011), Variazioni e capricci morali (Bompiani 2013), L’illusion comique (Le farfalle 2013), Dal ciclo della vita (Il Girasole 2014).

dettagli

dettagli
collana la Micro
anno 2012
pagine 88
formato cm 10x14
isbn 9788846920836

rassegna stampa

    

Powered by Phoca Cart
per essere sempre aggiornati
accedi all’area newletter e seleziona la lista di tuo interesse
oppure seguici sui social