«Assurdo, a quanto pare per avere il numero di codice fiscale ci vuole un lavoro…ma è impossibile trovare lavoro senza quel numero. Spiegami la logica…»

 

Cartographic presenta l’odissea di una giovane migrante polacca in Svezia

 

Sul libro: Opera d’ispirazione autobiografica, tradotta per la prima volta in italiano, Nero Vita racconta per parole e immagini le vicissitudini della giovane Daria, la protagonista, all’arrivo in Svezia e le difficoltà che deve affrontare per rimanerci. Qui, infatti, a dispetto del luogo comune del ‘paese accogliente’, dovrà destreggiarsi in un labirinto di norme e situazioni paradossali per poter ottenere i documenti che le permettano di non essere ‘illegale’. Costretta al lavoro nero, non si dà per vinta e mentre continua a frequentare i corsi universitari di fumetto, intraprende una dura lotta per il riconoscimento degli elementari diritti sindacali. Una storia di ordinaria amministrazione nel panorama kafkiano dell’inospitale Europa delle migrazioni, ma una storia narrata con freschezza, con pudore ed estrema attenzione alla costruzione narrativa e al suo intreccio con le immagini.

 

Sull'autrice: Daria Bogdanska, nata a Varsavia nel 1988, lascia giovanissima la Polonia e comincia una vita da migrante che la porterà in di-verse città d’Europa. Nel 2013, a 25 anni, decide di trasferirsi nel sud della Svezia per studiare disegno e narrativa alla Kvarnby Serieskola di Malmö, città dove attualmen-te vive e insegna fumetto, senza trascurare l’attività sindacale. Per Nero vita, sua opera d’esordio già tra-dotta in più lingue, è stata selezionata al Festival Internazionale del Fumetto di An-goulême e, nel 2019, le è stato assegnato il Robespierre Prize.

 

 A NOVEMBRE IN LIBRERIA


per essere sempre aggiornati
accedi all’area newletter e seleziona la lista di tuo interesse
oppure seguici sui social