Luca Salza

Il vortice dei linguaggi

letteratura e migrazione infinita

12,00  11,40 

3 disponibili

Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri

Descrizione

Quante lingue si parlano in un cantiere edile della periferia parigina e quante in un centro di espulsione? La letteratura postnazionale di cui si parla in questo libro è innanzitutto la macchina di espressione di nuove esperienze politiche, linguistiche, esistenziali che non possono prescindere dal pensiero, e dal fatto, che «l’uomo è migrazione infinita». A partire dalla ‘svolta’ di scritture come quelle di Joyce, di Gadda e degli scrittori caraibici E. Glissant, R. Confiant e P. Chamoiseau, Luca Salza pone al centro del suo saggio la necessità di trovare nuovi nomi, una nuova lingua per quel «Tutto-Mondo» in cui «le differenze culturali si moltiplicano per non cristallizzarsi in forme identitarie».

Informazioni aggiuntive

formato

12×16.5

pagine

160

pubblicazione

2015

collana

La piccola 85

Autore

Luca Salza (Castellammare di Stabia, 1973) vive in Francia, dove insegna Letteratura italiana e Storia delle idee all’Università Charles-de-Gaulle Lille 3. Si è occupato di filosofia del Rinascimento e del Barocco, su cui ha pubblicato Métamorphose de la Physis. Giordano Bruno (La Città del Sole-Vrin, 2005); Naples. Entre Baroque et Lumières (Les Belles Lettres, 2013). Recentemente, a partire da Giordano Bruno, lavora sull’intreccio fra letteratura, filosofia e politica anche in epoca contemporanea. È redattore della rivista di filosofia (post-)europea Outis!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il vortice dei linguaggi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Isbn 9788846921512 Categoria Autore