Rossana Gheno, Andrea Pasquino

Valéry e la scatola nera

16,00  13,60 

Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri

Descrizione

Il presente studio si sviluppa principalmente intorno alle problematiche relative al rapporto tra linguaggio matematico e linguaggio letterario. Esse trovano la loro sintesi in quello che Rossana Gheno definisce «linguaggio matematicamente incarnato», in cui si ritrovano perfettamente sintetizzati meccanismi biologici, fenomeni cognitivi e realtà esterna, complesso riassunto da Valéry nell’acronimo CEM. L’ipotesi sostenuta attraverso il parallelo tra l’opera di Valéry Agathe e la macchina elaborata da Alan Turing, svela i meccanismi di un progetto letterario in cui converge la molteplicità dei saperi.

Informazioni aggiuntive

formato

15.5×21

pagine

160

pubblicazione

2015

collana

Studi e ricerche 16

gli autori

Rossana Gheno è professore a contratto presso la Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’Università ‘G. d’Annunzio’ Chieti-Pescara. Si interessa dei rapporti tra letteratura e scienza ed è autrice di saggi critici su Boris Vian, Howard Phillips Lovecraft e Paul Valéry. È attualmente impegnata nell’analisi filologico-letteraria dell’opera Agathe.

Andrea Pasquino, studioso di Valéry, è professore associato di Lingua e letteratura francese presso la Facoltà di Lingue dell’Università ‘G. d’Annunzio’ Chieti-Pescara.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Valéry e la scatola nera”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Isbn 9788846921451 Categoria Tag ,

Ti potrebbe interessare…