Ghiannis Ritsos   

Le vecchie e il mare

traduzione di Giuseppe Auteri
intervista all’autore di Moncef Ghachem

con testo originale a fronte

16,50  15,68 

3 disponibili

Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri

Descrizione

In un antico porto isolano, sette vecchie – madri e nonne di uomini di mare – siedono su grosse pietre fuori dalle loro case. Parlano e raccontano. Diverse, ma accomunate da un’esistenza scandita dai ritmi del mare e della pesca le loro voci si alternano, vicine e remote, come in un antico coro greco. Nel centenario della nascita di Ghiannis Ritsos, torna alla luce, in una nuova traduzione, uno dei poemi più rappresentativi della forza espressiva di un grande cantore moderno della libertà, dell’uomo e del Mediterraneo.

 

Appena cala il crepuscolo ce ne andremo fuori a sedere sul gradino di pietra, sulle rocce

a sentire il vento dello stretto che ci batte, alleviandoci con una goccia, noi già così lievi,

a riposarci dal non avere più nulla da fare,

a dimenticare, noi dimenticate, che tutto abbiamo già dimenticato.

Informazioni aggiuntive

formato

12×16.5

pagine

144

pubblicazione

2009

collana

La piccola 56

l'autore

Ghiannis Ritsos (Monemvasià 1909-Atene 1990). Dopo un’infanzia segnata da gravi lutti familiari, nel 1933 Ritsos entra nelle file della sinistra, avviando un impegno politico che segnerà la sua esistenza e il suo percorso creativo. Durante la dittatura dei Colonnelli, viene ripetutamente incarcerato e deportato nei «campi di rieducazione nazionale». Candidato per anni al Premio Nobel per la Letteratura, Ritsos ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali. I suoi poemi e diversi suoi lavori teatrali, alcuni dei quali disponibili in italiano, sono stati tradotti in molte lingue.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le vecchie e il mare”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Isbn 9788846920768 Categoria Autore

Ti potrebbe interessare…