Bora Ćosić   

I morti

Berlino delle mie poesie

prefazione di Predrag Matvejević
a cura di Silvio Ferrari
traduzione di Lavinia Bissoli, Lola Vlatković

12,35 

Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri

Descrizione

Bora Ćosić raccoglie con lucida e caustica tristezza, in una sessantina di poesie scritte dal suo esilio berlinese, le sue meditazioni sulla morte, ricordando i tanti amici scomparsi nei Balcani. Come scrive Matvejević, «Queste sue ‘passeggiate’ in compagnia dei morti, in fondo ai cimiteri, accompagnate a volte da Cechov e dai Russi a Berlino, costituiscono una delle più alte testimonianze della letteratura dell’emigrazione europea».

 

Con un decreto speciale
è stata abolita la lingua del mio paese
sostituita da una nuova
tutto quello che finora avevo scritto
si considera non tradotto

Informazioni aggiuntive

formato

12×16.5

pagine

184

pubblicazione

2006

collana

La piccola 39

l'autore

Bora Ćosić, poeta e prosatore di origine serba, è nato in Croazia, a Zagabria nel 1932. Considerato tra i maggiori scrittori viventi della ex-Jugoslavia, ha ottenuto, tra gli altri, il Leipzig Book Award. Dopo aver vissuto per molti anni a Belgrado, dove si è laureato in Filosofia, nel 1992 ha dovuto lasciare la Serbia, a causa della sue posizioni anti-nazionaliste, per emigrare a Rovigno, in Istria. Dal 1995 vive a Berlino dove ha ottenuto una borsa dal Deutscher Akade mischer Austauchsdienst. Il ruolo della mia famiglia nella rivoluzione mondiale (e/o 1996), è il suo primo romanzo, apparso negli anni del «disgelo jugoslavo», grazie al quale ha subito conosciuto il successo internazionale. È autore di oltre quaranta opere ancora inedite in italiano.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I morti”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Isbn 9788846920539 Categoria Autore

Ti potrebbe interessare…